L'Azione Cattolica dell'Arcidiocesi di Gaeta, in vista delle prossime consultazioni elettorali, politiche, regionali e, in alcuni comuni, amministrative, avverte la necessità di rivolgere un invito a tutte le associazioni parrocchiali perché dedichino un'attenzione particolare a questo delicato momento, per rispondere alle urgenze morali, spirituali e sociali del nostro paese e contribuire a "ricostruire la speranza, ricucire il Paese, pacificare la società " (card. Bassetti, presidente della CEI).

Si tratta di ribadire presso tutti i nostri soci la necessità di una cittadinanza attiva e consapevole, l'importanza di un voto espresso, contro ogni tentazione, pur giustificata dinanzi alla attuale situazione politica, di astensione, di un voto dato a candidati che rispondano ad alcuni valori irrinunciabili. Essi  per noi credenti si configurano nel rispetto e nell'accoglienza dell'altro, in tutte le sue diversità, nella ricerca del bene comune e non del bene di una parte o di una lobby, nell'attenzione alla problematica del lavoro, con politiche che non servano solo a tamponare le emergenze, ma con scelte lungimiranti, che sappiano valorizzare le risorse umane, paesaggistiche e storiche del nostro Paese, nell'attenzione a tutte le forme di povertà, da quelle più palesi a quelle dignitosamente nascoste, in uno stile di sobrietà, sia nelle scelte economiche che negli atteggiamenti e nelle parole.

Si tratta di favorire la conoscenza dei diversi programmi elettorali in un clima di dialogo e di confronto, senza demonizzare l'avversario, nel rispetto delle diverse posizioni ideologiche.

Si tratta infine di incoraggiare l'impegno di quei credenti che, adeguatamente formati e rispondendo ai valori sopra indicati, vogliano in prima persona mettersi al servizio del bene comune delle nostre città, senza abbandonarli nell'isolamento ma continuando a offrire l'Associazione come luogo di confronto, di formazione, di stimolo.

Esprimendoci con le parole dei nostri giovani, vogliamo vivere anche questa nostra temperie storica con i "piedi per terra e lo sguardo in alto", insieme a tutti gli uomini di buona volontà, con l'anelito a realizzare una società più giusta e fraterna, consapevoli che la riqualificazione della vita politica italiana debba ripartire da una quotidianità vissuta da tutti all'insegna di una maggiore coerenza e di un maggior rigore etico.  

 

Il Consiglio Diocesano di A.C.

Numero di Aprile 2018

Facebook

Twitter

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.